REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ALLE GARE: L’ANAC PRENDE POSIZIONE SUL FATTURATO MINIMO RICHIESTO AI CONCORRENTI

E’ noto che l’emergenza sanitaria in atto ha ridotto il fatturato delle imprese. Per contenere il conseguente rischio di diminuzione della concorrenza nelle gare, con comunicato del 13/16.4.2021 l’ANAC ha suggerito alle Stazioni appaltanti di: valutare attentamente se richiedere la dimostrazione dei requisiti di capacità economico-finanziaria mediante il possesso di un fatturato minimo annuo per il triennio precedente la gara e, comunque, di contenerlo al di sotto dei massimi consentiti; di prevedere nei bandi che sia presa in considerazione la prova relativa a forniture [...]

PARTENARIATO PUBBLICO-PRIVATO: APPROVATO IL CONTRATTO STANDARD

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato un modello di contratto per il Partenariato Pubblico-Privato, già sottoposto una prima volta a consultazione pubblica nel febbraio 2016 e poi oggetto di parere n. 23 del 28/04/2020 del Consiglio di Stato. Non si tratta di norme vincolanti, ma sicuramente utili per orientare l’operato della Pubblica Amministrazione. Ricordiamo che il recente D.L. “Semplificazioni”, come convertito con modificazioni nella L. n. 120 del 2020, ora consente il project financing ad iniziativa privata anche per opere già [...]

Appalti sopra soglia: la Superderoga alle norme di legge del decreto “Semplificazioni”

Ad una prima lettura, sembrava proprio che per gli appalti soprasoglia il Decreto Semplificazioni (DL. 76/2020) potesse conferire una decisiva accelerata alle opere infrastrutturali e a quelle “Covid”. L’art. 2, comma 4, infatti (nella versione risultante dalla conversione in Legge n. 120/2020) prevede che, di regola, “le stazioni appaltanti, per l’affidamento delle attività di esecuzione di lavori, servizi e forniture nonché dei servizi di ingegneria e architettura, inclusa l’attività di progettazione, e per l’esecuzione dei relativi contratti, operano in deroga [...]

VIAGGI ANNULLATI E VOUCHER: LA DECISIONE AI TRIBUNALI

La normativa italiana ha concesso ai vettori la possibilità di emettere un voucher sostitutivo dell’importo dei viaggi annullati a causa dell'emergenza sanitaria COVID-19 anziché procedere con il rimborso degli importi corrisposti, disattendendo così le norme europee in materia che prevedono il diritto al rimborso come rimedio prioritario. Nonostante sul punto sia intervenuta l’Antitrust e la Commissione Europea abbia aperto due procedure di infrazione nei confronti dell’Italia, il nostro legislatore si è limitato ad estendere la validità dei voucher emessi dai [...]

DOPPIA PROCEDURA DI INFRAZIONE PER L’ITALIA

In data 2 luglio 2020, la Commissione Europea ha avviato una doppia procedura di infrazione contro l’Italia per i rimborsi ai passeggeri di viaggi cancellati a causa del Coronavirus. La prima procedura perché l’Italia ha adottato una legislazione che consente alle compagnie di offrire voucher come unica forma di rimborso. Ai sensi dei regolamenti sui diritti dei passeggeri dell’Ue, tuttavia, questi hanno il diritto di scegliere tra il rimborso in denaro e altre forme di rimborso. La seconda procedura, perché il [...]